Pierra Menta 2017 Day Four

Matteo Eydallin – Damiano Lenzi, Laetitia Roux – Emelie Forsberg vincono la 32ª edizione della Pierra Menta. Parata trionfale nel quarto giorno con un tappone di oltre 2000 m di dislivello positivo con più passaggi nella torcida di Col de la Forclaz dove ad attendere gli atleti vi erano più di 5000 spettatori.  Un tappone in vero stile La Grande Course con diversi tratti a piedi, creste aeree e discese particolarmente spettacolari.
 
Le due squadre italiane del Cs Esercito hanno lasciato sfogare i diretti avversari per poi partire in una fuga rivelatasi vincente. Una fuga che ha visto passare insieme al traguardo di Le Planay Michele Boscacci, Nadir Maguet, Damiano Lenzi e Matteo. Ai primi due un importante successo di tappa che vale il terzo posto finale, ai secondi un poker di primi posti che vale l’ennesimo sigillo al Tour de France dello Scialpinismo.  Per Eydallin il quarto in carriera, per Lenzi il terzo nell’anno d’oro che lo ha incoronato campione del mondo di specialità. Per il duo piemontese un finish time di 10h23’55” con 13’18” su Kilian Jornet - Alexis Sevennec e  16’11” su Michele Boscacci - Nadir Maguet. Nel ranking finale quarti Filippo Barazzuol - Valentin Favre, quinti Bon Mardion-Gachet.
 
Sorridenti e vincenti anche Emelie Forsberg e Laetitia Roux che stravincono la 32ª Pierra Menta crono totale di 13h18’32” e un gap di 18’30” sulle svizzere Jennifer Fiechter - Séverine Pont Combe. Terze in 13h52’15” le transalpine Axelle Mollaret e Lorna Bonnel.
 
Grande festa al traguardo anche per gli atleti delle categorie giovanili . In classifica juniores da segnalare il successo delle transalpine Cèlia Perillart Pessey – Marie Pollet Villard. Secondo posto per Florance Buchs – Mallaurie Mattana, terze sono invece giunte Melanie Ploner – Giorgia Felicetti. Al maschile vincono Stefan Knopf – Maximilien Drion. Molto bene anche  Arno Lietha – Patrick Perreten e  Eddy Bouvet – Thibault Ansalmet.
 
Tra i cadetti Aurelien Gay – Léo Besson vincono su Mirko Sanelli – Alessandro Gadola e Kilian Granger – Maxime Trombert. Al femminile Madaline Paillard e Fanny Muffat hanno invece avuto la meglio su Charlotte Iratzoquy – Clemence David e Aurelie Avanturier – Anna Folini.